PRIMAL: la prima guarigione

“Per ritrovare ciò che è tuo da sempre e lasciar andare ciò che non ti è mai appartenuto”

La prima guarigione è quella delle radici. Esse affondano nella nostra storia familiare ed in particolare nella nostra infanzia. Ogni persona ha ricevuto dalla propria famiglia un tipo di educazione, di condizionamento, trasmessi tramite schemi di pensiero e comportamento dalle figure genitoriali. Una data concezione della vita, del lavoro, dell’amore e di se stessi.

Questi modelli, di cui non abbiamo piena consapevolezza, condizionano la nostra vita, bloccano la nostra energia, limitano la nostra espressione. Ci fanno ripetere schemi e comportamenti che non riusciamo ad interrompere sebbene portino sofferenza.

Il processo di decondizionamento dall’infanzia, svolto in una dimensione di grande cura e delicatezza, permette di esplorare e risanare le ferite che ci portiamo dentro da una vita.

Ci sarà spazio per tutte quelle sensazioni, emozioni, verità che abbiamo dovuto accantonare per renderci bambini accettabili alla nostra famiglia. Risanare questa parte della nostra storia porta una nuova consapevolezza di sé e delle proprie risorse. Una ritrovata chiarezza può prendere il posto di vecchie paure e antichi dolori, ristabilendo un equilibrio profondo tra passato e presente.

Giungere ad un nuovo punto di riconciliazione col passato libera un immenso potenziale, lasciando emergere le nostre qualità e aspirazioni più profonde. Un adulto consapevole e in equilibrio con la propria forza interiore, potrà ora tenere per mano le proprie parti più fragili ed integrarle in un’esistenza armonica in cui poter finalmente esprimere le innate qualità essenziali.

Che cosa è il processo Primal? Un potente programma di ricostruzione delle tue risorse, del tuo benessere e della tua energia vitale che ti libera dai condizionamenti psichici ed emotivi del passato. Le pratiche quotidiane utilizzate miglioreranno il tuo stato di benessere oggi e per il resto della tua vita, i quanto potrai sempre continuare ad utilizzarle.

Quali sono i risultati? È come aggiungere qualità alla tua giornata, avendo rinnovato la tua mente, il tuo corpo e il tuo spirito. Quando si pensa a questo proposito, una settimana mirata di autopotenziamento costa molto meno di anni e anni di tentativi frammentari.

L’IMPEGNO, LA CURA E LA QUALITÀ DI PRIMAL LA PRIMA GUARIGIONE

  • Il numero di partecipanti di Primal La prima guarigione è limitato in modo da seguire ogni persona con la massima cura e garantire un lavoro di grande profondità e qualità.
  • Per favorire e supportare il processo di decondizionamento, che è anche fisico, l’alimentazione Primal è ideata e personalmente preparata dalla dott.ssa Jyoti Cardona, biologa nutrizionista e creatrice di ZenKitchen.
  • Dalla sala alla cucina l’intero staff di Primal La prima guarigione ha fatto l’esperienza del processo come partecipante. Ha approfondito con sessioni individuali, pratica meditazione e porta avanti il lavoro su di sé.
  • La cosa più bella che mi ha lasciato la Primal è stata la consapevolezza di poter guardare in faccia ed affrontare le mie paure. Perché è davvero possibile. E quando il dolore diventa insopportabile e stai per cedere è proprio in quel momento che abbatti tutto, reagisci e ti rialzi. E ti sei regalato la cosa piu bella: la libertà di essere te stesso. La Primal è luogo d'amore, dove non esistono giudizi, un momento solo tuo dove dove ho riscoperto la mia luce.
    Claudio B.
    Ingegnere
  • Ho deciso di fare la Primal per integrare al meglio il percorso che stavo facendo con Irene. È stata un’esperienza fondamentale sia per lo spirito che per il corpo. Mi ha permesso di andare veramente oltre il rumore di fondo dei pensieri e di arrivare a toccare con mano le cause nascoste dei miei malesseri. Di certo uno dei momenti più intensi e profondi della mia vita.
    Francesco F.
    Regista
  • Viviamo condizionati da credenze e giudizi su noi stessi che non ci appartengono. Non ce ne rendiamo conto, ma influenzano i nostri rapporti, le nostre scelte, la visione di noi, ogni cosa. La Primal è la strada per liberarsi da questi pesanti fardelli e per ritornare a vivere in accordo con la nostra essenza più vera. Un'avventura che mi ha restituito il coraggio di fare scelte libere e finalmente mie. Grazie Irene per avermi accompagnata e sostenuta in ogni minuto di questo fantastico viaggio! Lo consiglio a tutti coloro che vogliono vedere e sciogliere nodi antichi per "rinascere"...
    Valeria A.
    Coach & Independent HR Advisor
  • La Primal ha cambiato il mio modo di guardare agli altri e ha portato più amore nella mia vita. È stata un’esperienza meravigliosa che mi ha fatto aprire veramente il cuore. Un processo che riesce a fare riemergere la nostra essenza cioè: amore puro.
    Antonella P.
    Contadina
  • Ho scelto di fare la Primal per cambiare il percorso della mia vita che non funzionava. Oggi, mi sento più forte e sicura nelle mie scelte, grazie agli strumenti acquisiti. La Primal è un’opportunità meravigliosa per chi vuole davvero un cambiamento concreto.
    Sonia R.
    Responsabile di sala
  • Ho fatto la Primal con la ferma convinzione di volere dare spazio a quella parte di me che emergeva a fatica, più vera e al tempo stesso dimenticata o abbandonata. La Primal mi ha consentito di vedere con chiarezza chi sono veramente, indipendentemente dalla storia che ho vissuto e che porta con sé inevitabili condizionamenti. Ho visto e riconosciuto la mia vera ed originaria essenza che nei momenti difficili della vita resta sempre un punto fermo da cui poter attingere forza e conforto.
    Flavia D.
    Organic farm consultant
  • Credo che la Primal sia un processo essenziale per la crescita interiore di ogni persona. Una settimana che mi ha cambiata profondamente, ridandomi vitalità e migliorando la mia vita quotidiana. Mi sento più presente, sento il mio cuore aperto. Esprimere e condividere, in un ambiente di cuore pieno di sostegno, mi ha permesso di lasciar andare ciò che avevo trattenuto dentro di me. La Primal è la via per la guarigione. Farla è stato come cominciare una nuova vita ma stavolta con il cuore inondato di amore. Serve un atto di coraggio per affrontare le proprie debolezze ma… è così bello poi vivere con consapevolezza.
    Chiara S.
    Responsabile organizzazione eventi